Rialzo Seno Mascellare

La perdita dei molari superiori lascia in nella maggior parte dei casi una quantità ossea molto ridotta per l’estensione dei seni paranasali (cavità appartenenti al sistema aereo nasale, atte al riscaldamento dell’aria inalata), tale da non permettere l’inserimento impiantare nel modo classico.

Al fine di riabilitare l’elemento dentale perso evitando soluzioni più invasive come protesi mobili o ponti che vanno ad intaccare gli elementi attigui alla perdita dentale è possibile effettuare il posizionamento di un impianto mediante una tecnica di rigenerazione ossea chiamata rialzo di seno mascellare.

Rialzo seno Mascellare - Radiografia
Rialzo Seno Mascellare
Dettaglio Rialzo Seno Mascellare

Le tecniche di rialzo possibili sono le seguenti:

-l’approccio crestale che permette l’inserimento immediato dell’impianto con contestuale inserimento di osso sintetico. Questi sono i casi di presenza ossea residua di almeno 4 mm. (tempi di guarigione e di carico variano dai 4 ai 6 mesi)

-il grande rialzo di seno: permette, in casi in cui l’osso residuo è estremamente ridotto, di ottenere grazie all’inserimento di una maggior quantità di osso sintetico la neoformazione di osso naturale in tempi che variano dagli 8 ai 12 mesi.

La scelta deve comunque essere effettuata in base al caso clinico, dopo aver effettuato gli esami radiografici necessari (OPT e/o TAC) e alle condizioni di salute del paziente.

Nel nostro studio dentistico si eseguono rialzi di seno mascellare in grande sicurezza e con profonda conoscenza delle realtà anatomiche e procedurali, vengono utilizzate tecniche molto avanzate e con strumenti di primo ordine tra cui la tecnica piezoelettrica e la pianificazione TAC.